venerdì 17 novembre 2017

Oggi è la festa dei gatti neri

Perseguitati da secoli perché considerati animali portatori di sfortuna, animali che impersonano il male e per questo evitati, se non addirittura uccisi. 
Sono i gatti di colore nero e ogni anno, secondo l’AIDAA (Associazione italiana difesa animali ed ambiente) ne vengono sterminati 60 mila esemplari, di cui almeno 7.000 in Lombardia e dai 1.200 ai 1.500 esemplari nelle sole provincie di Milano, Roma e Torino. Per l’AIDAA è ora di dire basta e ha deciso di istituire la giornata di “tutela e dignità dei gatti neri”.
L’idea è quella di celebrare “il gatto nero day” il 17 novembre di ogni anno con un convegno che presenti i dati del lavoro fatto da AIDAA e da tutte le altre associazioni animaliste, ma anche premiando coloro che in qualche modo si dedicano alla cura ed alla salvezza dei gatti neri.
La scelta del 17 novembre - spiegano i promotori - ha due motivi, il primo è legato al giorno 17 che insieme ai gatti neri rappresenta nella mente dei superstiziosi il simbolo della sfortuna. Il secondo è la scelta del mese di novembre, in contrapposizione alla notte di halloween che si celebra nello stesso mese, il giorno in cui le uccisioni di gatti neri raggiungono il loro apice. 





Io non ho parole, non dovrebbe esserci una giornata dedicata ai gatti neri, perchè mi pare un pò di 'ghettizzarli'....però se serve a sensibilizzare loa gente va bene, anche se gli stupidi/superstiziosi/ignoranti/cattivi, purtroppo resteranno...

mercoledì 8 novembre 2017

Oggi vi presento Zorba e vi invito a farci conoscere i vs pelosi!

Carissimi a-mici ....all'inizio di questo blog avevo invitato a farci conoscere i vostri pelosi e pennuti (ma cmq il blog è aperto a qualsiasi animale abbiate!).
Li potete conoscere e vedere tutti che fanno parte dell'etichetta gli amici del blog 
Purtroppo il sito ove nel 2013/2014 avevo hostato le foto è diventato a pagamento e mi aveva oscurato le foto, ma sono riuscita in questi gg con un gran lavoraccio a ripristinarle nei loro post:-)
 
Ho deciso di rinnovare l'invito:  qualche gg. fa abbiamo conosciuto il nuovo gattino di Mirty che ha trovato nome si chiama Macchia! 
Oggi vi presento Zorba, il gatto che vive con la simpatica Elan. Lei stessa ce lo descrive così:

 Questo è il mio micione Zorba!!
 È un miciotto cicciotto (8kg di pelo, muscoli e dolcezza 💖) esagitato e un pochino aggressivo, la signora che aveva la sua mamma se n'è voluta liberare troppo presto (non aveva nemmeno un mese e mezzo!!) e non ha mai imparato a socializzare davvero bene. Altri gatti? Non li può proprio vedere!! Con noi? Beh, quando gioca i suoi dentini si fanno sempre sentire, anche se io non smetto di provare a insegnargli che non si fa! XD Però, quando vuole, sa essere un amore di coccole 💖 ama mettersi a pancia all'aria per farsi massaggiare sul panciotto, ma ancora di più ama sonnecchiare nascondendo il suo musetto nella mia mano. Quando lo fa è il momento estremo di coccole, testine e... Fusa! Le sue fusa sono rumorosissime, dolcissime e rilassantissime! 💖 
 Che altro dire? Ah sì! Dorme con gli occhi aperti 😂 a volte si addormenta dentro l'armadio rialzato coi miei vestiti, e se mi fermo a guardarlo posso vederlo sognare, muovendo il musino ma anche gli occhietti dietro la "membrana" che li protegge mentre dorme!!
 Compie 4 anni il 10 novembre 💖

"Ma che combinazione compi gli anni tra 2 gg proprio il giorno del mio compleanno!!! Auguri Zorba e invito sia te che mamy Elan al mio blog il 10 novembre per festa/blog! "

venerdì 3 novembre 2017

Il nuovo micio di Mirty

 La nostra amica blogger Mirtillo14 (Mirty) ha un nuovo micetto, dopo che la sua micia Bianca ha raggiunto il Ponte dell'Arcobaleno recentemente e mi scrive così:

"Ciao Fiore, ho un nuovo piccolo amico e ha 50 giorni di vita.
E'  un pò spaventato, infatti , nonostante gli abbia preparato una calda e comoda cuccia, preferisce dormire in cima all'armadio, perchè è piccolo ma è uno scalatore molto in gamba. 
Comunque, piano piano, comincia a fidarsi di me; con tutto quello che si mangia, crescerà in fretta.
Il micino non ha ancora un nome !!!"

Ha dedicato a lui anche un simpaticissimo post di presentazione con altre foto, se volete passate a conoscerlo meglio: http://mirtillo14-camminando.blogspot.it/2017/10/eccomi.html 

Che dite amici, avete qualche nome per il nuovo micio di Mirty? Proponete!

Aggiornamento del 08.11: il micetto sta crescendo bene e si è ambientato il nome l ha trovato e si chiama Macchia (è stato dato dal papà di Mirty) eccolo....


 

domenica 22 ottobre 2017

Liberiamo i macachi di Ferrara: petizione

 Nello stabulario dell' Università di Ferrara sono rinchiusi da anni macachi (Macaca fascicularis) che vivono in condizioni pietose e inaccettabili: gabbie piccolissime, privati della socializzazione necessaria essendo animali gregari e sottoposti a vivisezione.
"La vivisezione esiste anche se si tenta di nasconderla chiamandola Sperimentazione Animale. Non è un problema linguistico, è un problema scientifico e negarla significa che c'è qualcosa da nascondere. I dati ufficiali del 2016 superano la cifra di 700.000 animali. La S.A. è prescritta per legge. Vero. Ma è anche vero che dopo la S.A. per eventuali farmaci, si effettuano prove sull' uomo.
Ciò nonostante si riscontra un elevato numero di effetti collaterali indesiderati, che portano al ritiro o al cambiamento di indicazione di migliaia di farmaci. Questo fatto denuncia l' insicurezza della metodica. Ma ai cittadini si dice che la S.A. è fatta per la sicurezza!
Tale sicurezza si ha dopo la sperimentazione sull' uomo, che diventa la vera cavia inconsapevole, perché persuaso di essere al sicuro per la precedente S.A. La S.A. è assolutamente assurda quando è usata per patologie non spontanee negli animali.
La base scientifica di questo, sta nella diversità genetica fra uomo e altri animali e a causa di questa, anche il metabolismo, la reattività ecc sono diverse.
La base statistica è ancora più evidente: oltre il 90% delle procedure su animali non porta a risultati concreti: ogni 100 procedure sperimentali, si ottiene un risultato in 1-2 casi. Nessuna metodica scientifica ha una produttività così bassa: semplicemente non è scientifica."
Prof. Bruno Fedi
Il Prof. Bruno Fedi, già primario ospedaliero, è il referente scientifico di LEAL Lega Antivivisezionista.
LEAL Lega Antivivisezionista come associazione chiede che i macachi sottoposti a sperimentazione vengano portati in un centro di riabilitazione. Ribadisce la propria disponibilità a farsi carico dei macachi superstiti per farli accogliere in un parco faunistico adatto alle loro caratteristiche etologiche. I sottoscritti chiedono che sia interrotta immediatamente la sperimentazione sui primati presso lo stabulario dell' Università di Ferrara e sia accolta la richiesta di dismissione di tutti i primati stabulati e la cessione a un centro di recupero idoneo a garantire il benessere psicofisico degli Animali.
LEAL - Lega Antivivisezionista - www.leal.it
 "Un' atrocità non è minore per il fatto che viene commessa in un laboratorio ed è chiamata ricerca medica.Resta sempre un' atrocità" G.B.Shaw
Firma la petizione di LEAL Lega Antivivisezionista Associazione : clicca QUI

lunedì 2 ottobre 2017